Il peso dell’acqua e altri inediti di Stefano Tarquini

Il peso dell’acqua

Porterò con me il peso dell’acqua che divide il cielo,
il morso del tuono che incide la carne,
lo spazio discreto/ tic tac delle lancette.

E’ il tempo che corre inesorabile,
ma non cancella il ricordo di una non nascita.



Rugiada

e scavalcare le inferriate arrugginite
delle case con i muri di cortina
per rubare la rugiada all’orizzonte
delle sere che t’ ho vista piangere



Larici

Ricordami di quando eravamo in piedi
e facevamo lunghi passi senza saper camminare,
leggevamo libri stranieri pieni di parole
che non sapevamo neanche pronunciare.

Ricordami di quando avevamo gli occhi ancora aperti
e guardavamo lontano tra i faggi e i larici potati,
perché oggi il nostro cuore è in frantumi
e il buio ci spinge ai margini.



Cartapesta

Il cielo è un immenso deserto dove l’alba si perde.
La luce tra i palazzi di fronte è una battaglia di cartapesta.

Esplosioni.
Funghi atomici buoni da mangiare.
O conservare.
Le strade si riempiono di luce ed ansia.

E poi io.
Che stringo tra le mani quel che resta di noi
mentre l’odore del caffè riempie la cucina.



Soffocando

Fino ad infilarci la testa,
soffocando in un bianco panna di tuffo,
per poi cadere nel nero sabbia del tempo,
in attesa di una mano amica.

Stefano Tarquini nasce a Roma nel Giugno del 1978. Fa studi classici e si avvicina fin da subito alla poesia rimanendo completamente affascinato dalla beat generation e dal primo libro che legge senza condizionamenti esterni : “On the road” di Jack Kerouack. Ha un rapporto epistolare con Maurizio Cucchi che sfocia in una pubblicazione di sue poesie su “Specchio” di Repubblica. Nella prima fase della sua scrittura pubblica su svariati blog di settore, riviste online e non. Partecipa attivamente a manifestazioni poetiche, concorsi, laboratori di scrittura creativa. Sospende l’attività letteraria per dedicarsi alla musica: pubblica cinque dischi con un gruppo crossover romano, i Palkosceniko al Neon, con cui colleziona più di 300 live in giro per l’Italia e l’Europa. Negli ultimi due anni ha ricominciato a scrivere. Suoi testi recenti sono presenti in diversi siti e blog.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...