Tre poesie di Peter Král

Da “Sembra che qui la chiamassero neve – Poeti cechi contemporanei” cura e traduzione di Antonio Parente, Ed. Mimesis-Hebenon, 2005


Stamattina

Come piove, quelli che si sono ritirati verso i tavoli e i banchi
nel silenzio a vetri dei caffè
sono divisi dalla giornata grigia soltanto da un sottile strato di lucentezze,
com’è possibile che basti così poco per decidere della loro
completa inesistenza. E un passante che sotto la tettoia aspetta che spiova riconosce accanto, tra il [diluvio d’acqua,
suo padre morto, e quasi riesce di nuovo ad allungare verso di lui dal capannello
una mano per cinque corone –

da Vecchio nuovo continente, 1997


Campagna

Il pugno del meriggio
Immagini di cercare palpando le cupe viscere del cespuglio
e di trovare il bubbone dell’antica umana cupidigia
Gronda dalle cicale il bubbone impastato con bianco caolino locale
immoto sotto gli alberi lappa l’ombra

da Per l’Angelo, 2000


Ora

E uno zefiro rimescola l’oblio nelle pagine del libro
Coi brividi dello sperpero circostante ci tiene senza fine
in guardia.

da Per l’Angelo, 2000




Peter Král (Praga 1941-2020) è stato poeta saggista e traduttore. Nato a Praga, studiò drammaturgia all’Accademia cinematografica FAMU e nel 1968, dove l’invasione sovietica, emigrò a Parigi dove risedette fino al 2006. Fu vicino al gruppo dei surrealisti ciechi, continuando però a sviluppare, quasi parallelamente, il suo caratteristico stile. A partire dagli anni 80 si allontana poco a poco dalla vena surrealista e le sue raffigurazioni, contaminazioni e sovrapposizioni di avvenimenti reali e onirici rappresentano magistralmente la “metafisica della quotidianità”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...