Tre poesie inedite di Pietro Pancamo




Aeroplano

Se tento
di raggiungere il cielo
la distanza rimane invariata.
M’avvicino
soltanto alle nubi.

Filosofia

Parole e frasi sono gli intercalari del silenzio
che smette, ogni tanto,
di pronunciare il vuoto.

Allora qualche indizio di materia
deforma l’aria,
descrivendo le pause del nulla
prima che il silenzio
si richiuda.
(Le mani s’infrangono
contro un gesto incompiuto)

In incognito

Dormo in incognito
per non farmi riconoscere dagli incubi.

Scavano per l’aria come talpe;
hanno un paio d’occhi
larghi e fotofobici.

Sul comodino
il lume acceso mi nasconde.

Pietro Pancamo (1972) ha pubblicato Manto di vita (LietoColle, 2005). È incluso nell’antologia  Poetando (Aliberti, a cura di Maurizio Costanzo); il blog Poesia della Rai gli ha pubblicato una breve silloge e la Radio Nazionale Svizzera Italiana gli ha dedicato una puntata del programma Poemondo. Ha collaborato nel 2020-21 con Il sabato del racconto, rubrica settimanale dell’edizione parmense de La Repubblica. Suoi articoli, versi o racconti e recensioni ricevute sono apparse anche su quotidiani (Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, La Stampa) e riviste cartacee o online: Poesia, Atelier, Gradiva, Poetarum Silva, Carmilla, Vibrisse, Il Ridotto, Il Paradiso degli Orchi, Cronache Letterarie, FantasyMagazine, IF. Insolito & Fantastico, El Ghibli, Scriptamanent (Rubbettino ed.), Suite Italiana, Il cucchiaio nell’orecchio, Beyond Thirty-Nine, Il Cofanetto Magico, CoolMag, Il Pickwick e Diogen (Sarajevo).

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...