“Non un metro di terra” di Rita Imperatori

Non un metro di terra

Non un metro di terra sia difeso nel mio nome,
cedo a chi lo vuole il privilegio della Patria.
In ogni luogo il pesco ha fiori rosa,
indifferente ai nomi che gli danno
e il falasco per la capra cede ovunque alla falce,
non serve una mitraglia.
Contatemi tra i vili,
troppo sangue dove splendono gli eroi.
Sacro è il suolo che produce frutti,
non quello umiliato dai confini.
Sia la mia eresia terra d’esilio:
non ho parole da opporre
a chi mi parla, con ragione, di diritti e civiltà.
Io sono il cane che non sa di Storia
e oppone ad ogni male la sola sua virtù del sopportare.

(4 aprile 2022, per gentile concessione dell’autrice alla condivisione nel blog)


Rita Imperatori è nata e vive a Perugia. Laureata in Lettere moderne, ha insegnato Italiano e Storia in Istituti di Istruzione Superiore delle province di Belluno e Perugia. Nel 2007 si è laureata in Giurisprudenza con una tesi in Diritto internazionale. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: Ilari disastri (Umbria Editrice), La pelle delle cose (Libroitaliano World, 2008), Ilari disastri. Seconda edizione (Cesvol Editore, 2016), La seconda parte (Leonida 2017), Di questo nostro esistere, puntoacapo 2019. Figura tra gli autori recensiti in P. Tuscano, Poesia e Umanità. Saggi e ricerche di letteratura umbra, Umbria Editrice, Perugia, 1979. Suoi testi, inoltre, sono stati pubblicati in varie antologie. Ha ottenuto riconoscimenti in importanti concorsi letterari.

Leggi anche, nel blog:
Tre poesie inedite di Rita Imperatori, 12 maggio 2021

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...