Biancamaria Frabotta, un ricordo e qualche verso da “La viandanza”

Ph: da Poesia, Crocetti, Anno II, numero 12, dicembre 1989, pag. 40

Biancamaria Frabotta, è mancata lo scorso 2 maggio 2022. Aveva 75 anni. E’ stata attiva dalla seconda metà degli anni ’70. Il suo primo lavoro poetico, Affeminata, con nota critica di Antonio Porta, è del 1976. Incontrai i suoi versi nel 1989, quando aveva già alle spalle diverse pubblicazioni, tra cui Rumore bianco (Feltrinelli, 1982). Non era così semplice, negli anni Ottanta-Novanta, non essendo “operatori del settore”, seguire bene il panorama poetico nazionale (oggi può essere difficile per la pletora letteraria, ma il web ha dilatato le possibilità a un pubblico più vasto). In quegli anni giocò, secondo me, un ruolo fondamentale la rivista Poesia, di Crocetti. Fu lì, in uno dei primi numeri (il n. 12 del dicembre 1989) che lessi la prima volta alcuni suoi versi, allora inediti, da La viandanza, che sarà successivamente edita da Mondadori, nel 2005. Erano gli anni in cui leggevo e seguivo, già in clima di nuove urgenze, le ultime occorrenze del post-sperimentalismo, i grandi rivoluzionari del linguaggio come Zanzotto e Sanguineti. Quei versi che lessi mi interessarono e certo mi stimolarono e la grande ricchezza di registri utilizzati da Biancamaria Frabotta mi pare sia e indichi tutt’oggi un valore importante della scrittura poetica. Ovviamente questo è solo un aspetto della sua importante attività artistica e culturale.

***
E un’inezia in veste di gala terge
la risacca, un’inerzia, prodiga, mamma
vermiglia di vortici sei falsa calma
come l’onda lunga della riconoscenza.
Riconoscersi o congedo questa improvvida sosta
di sole che affoga? Làtita
il senso lontano della terra ferma
e tu dormi sul filo di lana
come lo stranito starsene dei non umani
oltre le curve dove ci pedina il tempo
e sull’orlo del campo anonimi frulli di freddo
e panico che abbagli i divieti, i binari.
Così recalcitra la fame degli erbivori.
E’ lo spavento dei passeri poveri quello,
la viandanza delle nubi al macero, fra poco
ci saranno addosso in tanti i polipi
della città fantasma
con tentacoli e raggiri e tu, ora lesta
a provocarli, col guizzo circasso
all’occhio, a patirli, sordida,
giòvale, giovane Civitavecchia,
sgarbata bilancia fra apocalisse e paese
smaniosa pazienza è la felicità che
incendia in lei troppe parole o nessuna.
Preda di insana genia, Eugenia
nata De Falchi, o insensatezza
di un nome ben nato
e se il volo non fosse un voto paterno
ma una nomade svendita di senno
e un’azzurra (che vegeto caos in questa
stazione) provvida grazia di rimozione?
O fu soltanto pigrizia la coincidenza mancata?
Il paranoico estro di disastri all’attesa
comparti e defense
custodi e silence
it’s forbidden, non leggi?
de stationner sur la passerelle
e à l’occurance
togliere il piombo
ruotare il vetro
premere il pulsante, ma bada
sarà severamente punito
l’abuso dei tuoi sontuosi capricci
futuri nutriti sui lidi di Caravani
di parche cartate di cozze
primizia del nuoto di secca
di granchi traversi la svogliata trafila
spiando tra le valve ora salse
di salmonella ricordi la misericordia dell’orto?
l’intemperanza della madreroccia
e nel grembo femmina il riccio
morte certa del mare (è la legge!)
brulicante d’uova arancia, e limoni?
la misticanza invisa all’orgia pagana
di vergini lische, scorfani
e sparnocchie ancora in vita risenti
come torpida marciava alle narici l’alga
e la brama dell’altro, con inversa
ala d’ascesa, murata baldoria d’un istante
fu l’ardore di chi ti corresse
– Non si dice salisco, ma salgo
[…]

da La viandanza, inediti, in Poesia, Crocetti, Anno II, numero 12, dicembre 1989, pag. 40
(successivamente in La viandanza, Mondadori, 1995)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...