Due poesie da “Il costo della sopravvivenza”, in “Oltrelinee”, 1994


(Per quanti giorni la neve ha coperto)

Per quanti giorni la neve ha coperto
il dissestato porfido del viale
il veleno essiccato della serpe
(che conosce la sua nicchia e il corso
delle stagioni, poche altre cose
basilari: distinguere l’amico
ed il nemico, il cibo buono e l’esca).

Noi abbiamo già goduto del tempo
per i sonni e temuto il sibilante
monito della bestia, la fobia
cristallina e tagliente della notte
l’ambra, gli equinozi pagani.
Abbiamo sofferto nel mattino
il frantumarsi d’ossa e delle case

ma ancora sulle piazze si scarmina
la rosa dei venti, la voce è spina
confitta nella coscienza di squame
ma l’uomo che impone il prezzo e l’abuso
è qualcuno che sempre ci somiglia
così che si confondono le storie,
le acque, i limiti tra vita e inerzia

ora, più d’altri, i vecchi sono stanchi
nel tempo stagnante delle promesse
e dell’abbandono, nel gesto minimo
di chiamarsi sottovoce alla morte.

(Nel dagherròtipo è comparso il volto)

Nel dagherròtipo è comparso il volto
di Dio, José Arcadio, a lungo evocato
e ormai inaspettato
diverso da ogni immagine che è scorsa
sulle palpebre, porgendo il profilo
meno buono e lo sguardo
che ancora sembra scrutare il Nulla
o i luoghi che verranno
dove pure il colera avrà altri nomi
e colpirà il viscere più nobile
tra sistole e diastole, tra il cristallo
dell’origine e la sostanza molle
di un tempo indistinto tra sera e notte.

Ma come chiameremo questi anfratti
dove è crollato l’albero del mondo
questi vuoti tra metropoli e borgo, macchie
sul planisfero, spine continentali, tane
d’occidente: nuovi perimetri di caccia
negli slabbri tra il vetro e il ferro del villaggio
dove si getta l’osso e il tendine gustoso
nel rivo che corrode, deridendo il cane
e nelle ore di noia si spara all’aquila
per nettàre col calamo appuntito
l’incisivo cariato che non duole.


Testi da: Alfredo Rienzi, Oltrelinee, Ed. dell’Orso, 1994 e in La parola postuma. Antologia e inediti, puntoacapo, 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...