“Dove geme d’inverno il melograno”, poesia inedita di Emanuela Dalla Libera


Dove geme d’inverno il melograno

Lo so, un giorno dovrò arrendermi.
Mi fermerò nell’angolo dove geme
d’inverno il melograno e la tramontana
veste di nudità il biancospino.
Ma fino allora aspetterò ogni sera
che la quiete scenda come scende
il sole scivolando tra le onde
finché non penetra l’ultima goccia
di luce nelle crepe della terra
e vira il cielo dove sui tetti ha dimora
il dolore del ritorno, mentre tacciono
gli echi folli dei portatori di sventure
e tornano nella notte i passi di un vagabondo
con le scarpe impolverate e i capelli scompigliati
al vento e nelle mani un foglio bianco inciso
di illusioni. Niente più potrà destarmi
né alcuno forse mi porterà parole, ma nella luce
e dentro il buio che ancora mi ruoteranno intorno
io stretti terrò negli occhi l’ambra di mare
e il fiore d’elicriso, mentre sul selciato passano,
senza cambiare niente, gli anni e le stagioni.



Emanuela Dalla Libera nasce a Vicenza. Docente di scuola superiore, ha lasciato le nebbie della pianura per il sole della Maremma toscana, dove vive buona parte dell’anno, circondata dai boschi, dagli animali e dal mare. Ha ottenuto premi e riconoscimenti in numerosi concorsi di poesia nazionali. Ha pubblicato racconti e poesie in varie antologie tra cui l’Enciclopedia della poesia contemporanea della Fondazione Mario Luzi. Suoi libri in versi sono: Lo sguardo altrove, Gilgamesh Ed., 2017; Sedimentare il tempo, Gilgamesh, 2020.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...