Finalisti e vincitori della XL edizione del Premio Tirinnanzi

In data 1 luglio 2022 alle h 14.30 si è riunita la Giuria del Premio Tirinnanzi per deliberare in merito alle tre sezioni stabilite dal bando alla presenza del Presidente della Fondazione Tirinnanzi dr Alberto Tirinnanzi, del Presidente della Famiglia Legnanese dr Gianfranco Bononi, dei fratelli ing Lorenzo e dr Marco Tirinnanzi, del rappresentante del Comune di Legnano dr Stefano Mortarino, dei membri della Giuria tecnica prof Uberto Motta e prof Fabio Pusterla, del segretario Luigi Crespi e dal responsabile della pagina web del Premio dr Marco Corsi. Il Presidente della Giuria Tecnica prof Franco Buffoni – illustrati i criteri che hanno guidato la Giuria Tecnica a formulare i propri giudizi – ha passato in rassegna le varie sezioni, compiacendosi per il buon livello qualitativo medio delle 189 opere pervenute.

SEZIONE DIALETTO

Dopo ampia discussione sulle seguenti opere selezionate dalla Giuria Tecnica

Luigi Balocchi, Coeur scorbatt, puntoacapo

Maurizio Casagrande, Dàssea ‘nare, Il ponte del sale

Franca Grisoni, Le crepe, Samuele

Basilio Luoni, I Present, Ronzani

Marco Todovero, Cor piantà, Arcipelago Itaca

la Giuria del Premio Tirinnanzi – Città di Legnano decide unanimemente di assegnare il Premio per il 2022 a

Luigi Balocchi, Coeur scorbatt, puntoacapo

con la motivazione che verrà pubblicata nel Programma di Sala.


SEZIONE ITALIANO

Una prima selezione delle opere regolarmente giunte a termini di bando ha visto ammettere da parte della Giuria Tecnica alla fase successiva dei lavori i seguenti autori:

Nadia Agustoni, (la casa è nera), Vydia editrice

Fabiano Alborghetti, Corpuscoli di Krause, Capelli

Gualberto Alvino, Rethorica novissima, Il ramo e la foglia

Loriana d’Ari, silenzio, soglia d’acqua, Arcipelago Itaca

Corrado Bagnoli, La casa visitata, puntoacapo

Luca Baldoni, Anno naturale, Passigli

Daniele Barbieri, La lepre di sangue, Itaca

Marco Bini, New Jersey, Internopoesia

Lorenza Bizzotto, Per cieli e per astri, Itaca

Alessandro Brusa, L’amore dei lupi, Giulio Perrone 

Nicola Bultrini, Vetro, Interno Poesia

Alessandro Canzian, Il condominio S.I.M., Stampa 2009

Lorenzo Carlucci, Sono qui solo a scriverti, Pequod

Stefano Carrai, Equinozio, Industria & Letteratura

Valerio Cuccaroni, Lucida tela, Transeuropa

Leone D’Ambrosio, Teorema elementare, Ensemble

Fernando Della Posta, Ricostruzione delle Favole, Pequod

Francesca Del Moro, Ex madre, Itaca

Gabriel Del Sarto, Tenere insieme, Samuele editore (Pordenonelegge)

Laura Di Corcia, Diorama, Tlon

Andrea Donaera, I vivi. Un tremore, Fallone

Emanuele Franceschetti, Testimoni, Aragno

Michele Ghiotti, Preistoria primavera, italic pequod

Stefano Massari, Macchine del diluvio, mc edizioni

Jacopo Mecca, Solchi, Fallone

Davide Minotti, Esili nidi, Nottetempo

Nicola Muschitiello, Il fuoco dell’età, Ianieri

Giuseppe Nibali, Scurau, Arcipelago Itaca

Rita Pacilio, Quasi madre, Pequod

Matteo Pelliti, Somiglianze di famiglia, Industria & Letteratura

Eleonora Rimolo, Prossimo e remoto, peQuod

Marco Simonelli, Litania nervosa, Valigie Rosse

Christian Sinicco, Ballate di Lagosta, Donzelli

Luigia Sorrentino, Piazzale senza nome, Samuele editore (Pordenonelegge)

Giancarlo Stoccoro, Il tempo cucito dalle parole, Interno Poesia

Italo Testa, Quattro, Oèdipus

Alessandra Trevisan, Le spalle al mare, Arcipelago Itaca

Giovanni Tuzet, L’avversario, Vydia


Successive riletture e votazioni hanno ridotti la possibile rosa dei candidati finalisti a:

Nadia Agustoni, (la casa è nera), Vydia editrice

Fabiano Alborghetti, Corpuscoli di Krause, Capelli

Gabriel Del Sarto, Tenere insieme, Samuele editore (Pordenonelegge)

Laura Di Corcia, Diorama, Tlon

Emanuele Franceschetti, Testimoni, Aragno

Eleonora Rimolo, Prossimo e remoto, peQuod

Luigia Sorrentino, Piazzale senza nome, Samuele editore (Pordenonelegge)


Dopo ampia e approfondita discussione seguita da definitiva votazione, la Giuria del Premio Tirinnanzi designa come opere finaliste della sezione Italiano del Premio 2022:

Nadia Agustoni, (la casa è nera), Vydia editrice

Gabriel Del Sarto, Tenere insieme, Samuele editore (Pordenonelegge)

Emanuele Franceschetti, Testimoni, Aragno

con le motivazioni che verranno pubblicate nel Programma di Sala.

Come da bando sarà la Giuria popolare con il proprio voto e designare l’opera vincitrice nel corso della cerimonia di premiazione al Teatro Tirinnanzi di Legnano sabato 19 novembre 2022 alle h 16.45.

SEZIONE PREMIO ALLA CARRIERA

Dopo aver ascoltato l’esposizione di alcune possibili candidature da parte del Presidente della Giuria Tecnica, la Giuria del Premio Tirinnanzi decide unanimemente di assegnare il Premio alla Carriera per il 2022 a Dacia Maraini, da oltre sessant’anni figura di spicco nella cultura italiana nei quattro fondamentali generi letterari: narrativa, saggistica, poesia e teatro. Ormai canonizzata dal Meridiano Mondadori, Dacia Maraini ha saputo promuovere in poesia il passaggio essenziale del 1975 con la parità raggiunta almeno legislativamente tra uomo e donna. Una parità che nei decenni successivi ha sempre strenuamente difeso con le armi dell’intelligenza e dell’arte.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...