Franco Trinchero. Inediti

Vergegenwärtigung

le mani accartocciate sul sedile
i rami che si imbrattano di viola
scorrendo oltre il vetro: già Sils
– risfogli il lapidario, accendi svelta
la sigaretta alla menta, mi baci,
leste
si sgranano facciate di stazioni,
ma non terza né quarta dimensione,
galleggia il nostro film nel tardo inverno
e ci comunichiamo di nevischio
– tu traguardi il tuo nord quando il fischio
ti fa trasalire, la gonna
si marezza di brividi, un fuoco
appare in lontananza, la corriera
abbranca tornanti, spirali innùmere
che ancóra non ci posano su un piano
– voliamo, finché l’inchiostro
del tuo libro sia tutt’altro coi tuoi occhi.

(aprile 2005)



I love you, Medusa

in memoria di “Ronnie” Laing


Sudava un sudóre schiumoso
seduta su una panca in via Giuda.
Le lingue salmodiavano un incastro
di note, fragorose o saturnine.
Planava sul convento un aquilone
zebrato, sommovendo le finestre

Venivano a levarla lievi nubi
perché potesse incontrare il suo nome.
I fulmini postremi la ingessavano
in un rigóre di liricità.



Contini’s bar

giungemmo al ninfeo, fu veloce
lo scrutinio delle acque, i tuoi occhi
furono attratti da un bianco dehors
postmoderno e strano, ti sedesti
ad ordinare un néttare, sfogliammo
il menu,
notai un tuo lieve disagio,
“minima tollerabilità del vivere”,
“monolinguismo petrarchesco”, “funzione
Gadda”, “mi si chiami
un cocchio”, la tua gonna stropicciata
crepitò, i camerieri già danzavano
per l’aria persa, “forever Lugano
’43”, scrivemmo una parola
che compendiasse ogni vólto gridando
la dolceamara indolenza di dio

Per gentile concessione dell’Autore

Franco Trinchero è nato ad Acqui Terme nel 1957, vive a Moncalieri, dopo aver risieduto dal 1962 al 2019 a Torino. Esempio di studioso raffinato,  schivo ed appartato, ha pubblicato in versi Vetrofanie inquiete (Menna, 1985), Palinsesto d’amore (1999) e, dopo un lungo silenzio, nel 2014, Verbali d’infrazione (Matisklo Ed.), in corso di ripubblicazione presso Campanotto Editore. Nel 1999 gli è stato assegnato il Premio Montale per la silloge Nel cerchio stretto di Elpís in 7 poeti del Premio Montale (Crocetti, 2000).Verso la metà degli anni ’90 fonda e dirige per alcuni anni la casa editrice Anaphora.




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...